Viaggio in Danimarca 2013, da Copenhagen a Legoland (Billund)

Racconto del nostro viaggio in Danimarca, ad agosto 2013: fra voli, pernottamenti e noleggio auto (VW Golf) di 9 giorni abbiamo speso circa 2600 euro, ai quali vanno aggiunti pranzi, cene, merende e biglietti per alcuni musei (altri infatti sono gratuiti, gratis per tutti non solo per i ragazzi).

COPENHAGEN
Partenza da Roma per la capitale danese: volo Easyjet per totali 470€
Affittiamo un appartamento sulla grande (e comoda) via “Vesterbrogade”, al numero 106A. La via è comoda perchè passano numerosi BUS che portano un po’ dappertutto. Sottovalutiamo però la distanza dalla stazione… ci incamminiamo a piedi ma in effetti con valigie e zaini 1500 metri sono troppi e arriviamo stanchissimi.
Sistemiamo i bagagli, un’oretta di riposino per testare i nuovi letti… e via in centro dove ci concendiamo un rapido hot dog all’ombra, su una panchina davanti all’attracco dei battelli perchè alle 17 partiamo per un classico tour dei canali. E’ una delle attività comprese nella city card di Copenhagen (partenza dietro al palazzo reale)
Segue passeggiatina finale fra i negozi della strada pedonale, gremita da turisti e da Danesi in giro per lo shopping. Chiudiamo la giornata cucinandoci qualcosa in casa, dove arriviamo ormai distrutti.

  1. National Museet, il museo sulla storia della Danimarca. E’ molto interessante e ben presentato, con una vasta collezione di reperti medievali e preistorici. Inoltre è gratuito, perciò c’è un motivo in più per visitarlo.
  2. Tivoli, l’antico parco divertimenti presente da oltre 160 anni nel cuore della città per stupire e divertire grandi e piccini con giostre, coloratissimi fiori, spettacoli di mimo, concerti e accoglienti ristoranti etnici.
  3. visitiamo accanto al parco Tivoli c’è un altro luogo storico, la NY Glyptotek (sculture antiche + quadri e modellini di Degas
  4. gita ad Helsingor, prendendo metro+treno. Qui si trova anche il castello di Amleto, il castello di Kronborg, patrimionio dell’UNESCO. Rapido picnic vista mare, poi giro nella zona pedonale del paesino (piccolino) e rientro verso Osterport per una lunga passeggiata lungo il canale con visita (dovuta?) alla sempiterna Sirenetta, simbolo della città che puntualmente delude un po’ tutti per la sua ridotta dimensione.

ROSKILDE: noleggio auto a Copenhagen e poi direzione NORD verso Hillerod, per un’intera giornata nel Frederiksborg Castle, ricco di giardini, giochi per i bambini, passeggiata fra le cime degli alberi e piccolo museo interno
dopo proseguiamo per Roskilde (circa 42 km da Copenhagen)

  • dormiamo al Comwell Hotel di Roskilde (2 km dal centro e moderno, si mangia anche molto bene nel patio interno, non solo la colazione ma anche la cena sono ottime e abbondanti)
  • visita al museo delle navi vichinghe, dove 5 navi sono state salvate dal fondo del fiordo (risalente al IX al XI secolo).
    Non troppo grande ma con diverse interessanti spiegazioni sia delle pratiche marinaresche sia dei metodi di costruzione delle navi, dalle più piccole alla più grandi (in inglese)
  • gita al parco di Lejre (land of legend), la riproduzione di un villaggio antico dove “vivono” alcune famiglie riproducendo la comunità dell’epoca, dalla fabbricazione delle armi alla panificazione all’addestramento dei giovani vichinghi (i ragazzi si prendono amorevolmente a spadate di legno su gambe e braccia… può far male ma è molto divertente!)
  • la cattedrale della città l’abbiamo vista solo da fuori, invece… perchè chiude tutto troppo presto e il pomeriggio non facciamo in tempo

ODENSE

  • dormiamo all’ Ansgarus motel, 5 minuti a piedi dal centro, molto comodo, semplice ma anche economico.
    Sotto la pioggerellina, giriamo il centro cittadino compresa la casa-museo dello scrittore Andersen
  • cena da Olivia brassery (purtroppo porzioni piccole e scelta minima)
  • gita all’Egeskov Slot, un castello rinascimentale della cittadina danese di Kværndrup, sempre sull’isola di Fionia. Come altri castelli è veramente curato ed in estate tutte le piante e i fiori danno il meglio, con questo clima più umido dell’Italia ma comunque con molte ore di sole
  • gita a Kerteminde, località marittima nei dintorni, con passeggiata sulla spiaggia (perfetti i bagnini danesi!) e partita a minigolf (carine le panche e i tavoli in giro per la zona, ognuno con singolo barbecue annesso!)

SILKEBORG
Dormiamo al Silkeborg B&B, Vestre Allé 6 (160€ per 2 notti, accettano solo contanti).
Noleggiamo delle mountain bike per un bel giro nel parco lungo-fiume, fresco e rigoglioso, pranzando fra ragazzini urlanti accanto all’acquario pubblico, dove c’è anche un simpatico parco divertimenti dotato di giochi d’acqua, fontane, cannoni a pressione con i quali i ragazzi possono organizzare delle “guerre d’acqua”. Lorenzo ha partecipato solo in parte, perchè per le nostre abitudini facevo comunque troppo freddo per un bagno completo!
Chiudiamo la giornata con una lunga gita in battello… arrivando a sfiorare alcune stupende villette sul canale che ci provocano moti di invidia. Tempo ventoso, nuvolette come al solito: il giro si è rivelato più fresco del previsto e finiamo raggomitolati sul ponte del battello in cerca di calore umano.

BILLUND
Pernottiamo al Skjoldbjerg Garnihotel, poco fuori dal paesino… che praticamente non esiste. Di fatto c’è solo un motivo per andare a Billund: Legoland. E ancora oggi è un parco originale, particolare, che fa sorridere e sognare. In alcune calde giornate d’estate poi si possono sfruttare anche alcune attrazioni “bagnate”, dove i bambini possono spararsi con cannoni ad acqua o saltellare su gonfiabili innaffiati da grandi fontane.
Oltre Legoland, in cui passare un’intera giornata, un’altro giorno si può passare volentieri dentro LALANDIA, in particolare nel grande parco acquatico, dove la temperatura è controllata e si può girare comodamente in costume fra scivoli, castelli e piscine.

Torniamo a Roma direttamente dall’aereoporto di Billund, con un volo Raynair (circa 300€ totali)